SEI IN > VIVERE AGRIGENTO > ATTUALITA'
articolo

Lutto nel mondo del cinema, televisione e spettacolo per la morte di Sandra Milo

2' di lettura
14

Lunedì 29 Gennaio 2024 è morta, alla veneranda età di 90 anni, la famosa attrice Sandra Milo. L’annuncio è stato dalla suo famiglia che si è spenta serenamente nella sua abitazione circondata dai suoi familiari.

La “Sandrocchia” così soprannominata da Federico Fellini, sua musa ispiratrice, è stata una delle attrici più popolari del cinema italiano.

Elena Liliana Greco, in arte Sandra Milo, era nata, a Tunisi, l’11 marzo del 1933.

A soli 15 anni, il matrimonio con il marchese Cesare Rodighiero, durato, soltanto, un paio di mesi.

Nel 1953 inizia a recitare, esordendo nel film Via Padova 46, pellicola di Giorgio Bianchi, al fianco di attori del calibro di Peppino De Filippo, Alberto Sordi, Giulietta Masina, Memmo Carotenuto, Massimo Dapporto, Ernesto Almirante, Vittorio Duse, Lamberto Maggiorani e Virna Lisi.

Nel 1955 recita con Alberto Sordi in Lo scapolo, quindi Moglie e Buoi con Gino Cervi nel 1956, Mio figlio Nerone con Brigitte Bardot, Alberto Sordi, Vittorio De Sica e la grande diva del muto americana Gloria Swanson.

Nel 1959, dopo il matrimonio con il produttore Moris Ergas, recita per Roberto Rossellini ne Il generale Della Rovere (1959), accanto a De Sica e a Vittorio Caprioli. Purtroppo in quella occasione, stroncata dalla critica si rifugia in Francia e Claude Sautet la sceglie come partner di Jean-Paul Belmondo in Asfalto che scotta (1960).

Torna sugli schermi italiani con Adua e le compagne (1960), Fantasmi a Roma (1961).

La Milo, tra l’altro, molto legata anche alla città di Canicattì per la grande amicizia con Antonio Milia, noto commerciante del luogo. Sandra è stata parecchie volte ospite a Canicattì per diversi eventi e negli anni passati per essere stata Direttore Artistico del Teatro Sociale.

In suo nome esiste anche una nota attività commerciale, che adesso rimarrà in suo ricordo.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di VivereAgrigento
Per iscriversi gratuitamente al canale Telegram clicca qui o cerca @vivereagrigento
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAgrigento Seguici anche sui nostri canali social, Facebook e Twitter:
Facebookfacebook.com/vivereagrigento
Twittertwitter.com/VivereAgrigento


Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2024 alle 12:04 sul giornale del 30 gennaio 2024 - 14 letture






qrcode