Migranti, a Lampedusa oltre 3.300 arrivi in meno di 72 ore

1' di lettura 10/03/2023 - (Adnkronos) - Oltre 3.300 migranti arrivati in meno di 72 ore a Lampedusa dove da giorni sono ripresi a pieno ritmo gli sbarchi.

Sulla più grande delle Pelagie le motovedette della Capitaneria di porto e della Guardia costiera fanno la spola dal molo Favaloro. Una staffetta che non conosce soste con decine di carrette del mare intercettate nelle acque antistanti l'isola. Dopo una tregua durata una decina di giorni e legata alle cattive condizioni del mare, decine di barchini tentano la traversata in un Mediterraneo rimasto sguarnito di navi del soccorso civile. Ieri il record degli approdi a Lampedusa: 41 con 1.867 persone arrivate, quasi il quadruplo dei migranti giunti il giorno precedente, l'8 marzo, quando i barchini intercettati erano stati 13 con a bordo 470 naufraghi.

Oggi, in un calcolo destinato ad aumentare nelle prossime ore, sono già 22 gli approdi e 990 le persone arrivate. Sbarchi senza fine e un hotspot, quello di contrada Imbriacola che può ospitare 400 migranti, ormai al collasso con circa 2.900 presenze. Se il centro scoppia, i trasferimenti procedono con difficoltà nonostante gli sforzi della Prefettura di Agrigento. La nave Galaxy stamani a causa delle cattive condizioni del mare, infatti, non è attraccata sulla più grande delle Pelagie. Solo 112 migranti hanno lasciato l'isola, imbarcati sulla nave Diciotti, che aveva già tratto in salvo nella notte circa 500 persone da 19 carrette del mare in pericolo e sovraffollate. Domani mattina giungeranno a Reggio Calabria. In quattro, invece, hanno lasciato Lampedusa in elisoccorso alla volta di Palermo e Agrigento: un'evacuazione medica richiesta per tre donne incinte e un uomo ospiti dell'hotspot.






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 10-03-2023 alle 23:34 sul giornale del 11 marzo 2023 - 14 letture

In questo articolo si parla di attualità, adnkronos

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dWVr





logoEV
qrcode