Lampedusa, peschereccio trainava barchino di migranti: arrestati 5 tunisini

1' di lettura 23/02/2023 - La sezione operativa navale della guardia di finanza di Lampedusa ha arrestato cinque tunisini con l’accusa di aver consentito l’ingresso irregolare in Italia di 11 migranti.

I cinque sono i membri dell'equipaggio di un peschereccio tunisino ritenuto una "nave madre", che trainava verso Lampedusa una imbarcazione di ferro senza motore. Il peschereccio è stato intercettato in acque italiane mentre faceva rotta verso Lampedusa dopo la segnalazione di un velivolo dell'agenzia europea Frontex. Quando è stato avvistato l'imbarcazione aveva al traino un piccolo natante in ferro, senza motore e vuoto, ma all'arrivo delle motovedette il barchino non era più vuoto: a bordo 11 persone, tunisini e algerini, tra cui donne e bambini.

Il peschereccio è stato quindi condotto in porto a Lampedusa per accertamenti e i migranti affidati al dispositivo di accoglienza presente sull'isola. I cinque tunisini fermati sono stati trasferiti a Porto Empedocle per poi essere condotti al carcere di Agrigento. Il gip ha convalidato il fermo confermando l’esigenza della custodia cautelare in carcere.






Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2023 alle 12:53 sul giornale del 24 febbraio 2023 - 12 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, migranti, lampedusa, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dUbt





logoEV
qrcode