SEI IN > VIVERE AGRIGENTO > CRONACA
articolo

Lampedusa, sequestrato deposito delle barche usate dai migranti: 4 indagati

1' di lettura
44

La società che gestisce l'area non avrebbe autorizzazioni

La guardia di finanza di Agrigento ha eseguito un provvedimento di sequestro preventivo, emesso dal Gip del Tribunale di Agrigento, dell'area di stoccaggio delle imbarcazioni utilizzate dai migranti per raggiungere Lampedusa, uno spazio di circa 1.500 metri quadri. Il terreno è in uso alla Cubo Costruzioni, società cooperativa che risulterebbe sprovvista di autorizzazioni ambientali. Alla società è stato affidato dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli, con un contratto di appalto, il servizio di "messa a secco, trasporto e deposito" nonché di "messa a secco, trasporto e distruzione" delle imbarcazioni di migranti. Si indaga per i reati di "raccolta e smaltimento di rifiuti in assenza delle prescritte autorizzazioni" e di "illecita miscelazione di rifiuti". Quattro le persone indagate: il legale rappresentante della società, il responsabile del cantiere e altre due persone di Lampedusa ritenute coinvolte nell'attività di smaltimento illecito delle imbarcazioni.



Questo è un articolo pubblicato il 13-12-2022 alle 11:52 sul giornale del 14 dicembre 2022 - 44 letture






qrcode