Migranti, almeno 10 morti in un naufragio. Un centinaio a Lampedusa soccorsi da un rimorchiatore

1' di lettura 17/11/2021 - Dieci migranti sono morti per asfissia nel tentativo di attraversare il Mediterraneo a bordo di una imbarcazione. Ne dà notizia Medici senza frontiere, che dopo la segnalazione di 'Alarm Phone' ha soccorso il barcone su sul quale viaggiavano i migranti a trenta miglia dalla costa libica. Le persone tratte in salvo sono 99.

"Dieci morti che si potevano evitare", dice Medici senza frontiere. "Così come quelle delle altre 1.225 persone che hanno perso la vita nel tentativo di attraversare il Mediterraneo. Dieci persone soffocate dopo 13 ore in balia del mare. Com'è possibile accettare tutto questo nel 2021?". Al momento sulla nave di Msf, la Geo Barents, si trovano 186 persone tratte in salvo nei giorni scorsi: il più piccolo di loro è un bimbo di dieci mesi: "Molti di loro sembrano traumatizzati dall'orrenda prova. Stavano andando alla deriva in mare per ore, temendo per le loro vite. Devono essere portati in salvo al più presto".

Migranti, a Lampedusa 102 persone soccorse da un rimorchiatore

Un centinaio di migranti sono stati tratti in salvo nel Mediterraneo dal rimorchiatore d'altura Almisan, che opera a supporto delle piattaforme petrolifere. Al largo di Lampedusa i 102 migranti sono stati poi trasbordati sulle motovedette della guardia costiera. Si tratta di 99 uomini, due donne e una bimba di appena quattro mesi e mezzo. Secondo le prime informazioni sono tutti in buone condizioni di salute. Erano partiti due giorni fa dalle coste della Libia e dopo 24 ore sono stati intercettati dal rimorchiatore che opera a supporto delle piattaforme petrolifere. I 102 migranti sono tutti di origine subsahariana: provengono da Sudan, Mali, Costa d'Avorio e Guinea.






Questo è un articolo pubblicato il 17-11-2021 alle 18:40 sul giornale del 18 novembre 2021 - 106 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, migranti, lampedusa, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cuLK