Raffadali: spaccio di droga, quattro arresti

2' di lettura 12/10/2021 - Operazione antidroga dei carabinieri della Compagnia di Agrigento che hanno disarticolato una piazza di spaccio a Raffadali.

Quattro le misure cautelari eseguite dai militari all'alba: destinatari tre uomini ed una donna ritenuti responsabili, in concorso tra loro, del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I quattro spacciavano cocaina, hashish e marijuana. Il provvedimento giunge al termine di una indagine condotta dai carabinieri nei confronti dei componenti della banda attiva in piazza Progresso: gli indagati sono stati pedinati e intercettati dai carabinieri a partire dai primi mesi del 2019. Numerosi gli episodi di spaccio, anche a minorenni, documentati dai militari. Acquirenti e spacciatori, inoltre, concordavano telefonicamente le modalità ed i quantitativi di droga utilizzando il classico linguaggio criptico.

Nel corso delle indagini, uno degli indagati è stato arrestato con 150 grammi di hashish di ritorno da Palermo, dove si era appena rifornito, mentre altri due sono stati fermati con 20 grammi di cocaina appena acquistati da un fornitore di Favara che è stato identificato ed è compreso tra i 5 soggetti destinatari della misura cautelare. Si tratta di un 46enne che è finito agli arresti domiciliari. Otto sono state le denunce a piede libero, mentre gli arresti domiciliari sono scattati per altri due indagati: una donna di 24 anni e un uomo di 26, entrambi con domicilio a Raffadali. Un altro indagato è stato invece sottoposto all'obbligo di dimora: si tratta di un cittadino libico di 33 anni che nel frattempo si era allontanato dalla provincia agrigentina trovando rifugio a Roma, nel quartiere di Casal Bertone, presso l'abitazione di alcuni connazionali. L'uomo questa mattina è stato rintracciato. Ricercato, invece, un quinto uomo destinatario anche lui dell'obbligo di dimora






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 12-10-2021 alle 17:43 sul giornale del 13 ottobre 2021 - 126 letture

In questo articolo si parla di cronaca, agenzia dire, Raffadali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cn3R